Software Fatture Professionisti
Fatturazione Elettronica
Software Fatture Professionisti

Emettere una Fattura non è mai stato così facile!

Fatturazione Elettronica per Liberi Professionisti

Software gestionale di Fatturazione onLine

Calcolo Ritenuta d'Acconto Professionista


La Ritenuta d'Acconto
Le riscossione per ritenuta è un metodo di riscossione dei tributi previsto dall'ordinamento italiano. Il soggetto erogatore di una somma (detto sostituto d'imposta), nei casi previsti dalla legge, deve trattenere ("ritenere") l'imposta sul compenso e versarla allo Stato al posto del reale contribuente, ovvero il percettore. Qualora poi tali ritenute siano a titolo definitivo esse vengono denominate a titolo d'imposta; in caso contrario esse vanno scomputate, ossia sottratte, dal pagamento dell'imposta vera e propria per evitare di pagarla due volte. Allora prendono il nome di ritenute d'acconto.

Redditi da lavoro autonomo
In questa fattispecie, la ritenuta d'acconto è una trattenuta che grava sui compensi addebitati dai lavoratori autonomi nei confronti dei titolari di una partita IVA (imprese o liberi professionisti). In questo modo, il soggetto debitore riveste il ruolo di sostituto d'imposta, effettuando il versamento all'erario in sostituzione del professionista, al quale viene detratta una parte della sua prestazione. L'aliquota ordinaria della ritenuta d'acconto corrisponde al 20% dell'imponibile, ma vi sono deroghe per alcune operazioni e per particolari categorie professionali (ad esempio è il 23% sul 50% dell'imponibile per le fatture di provvigioni). Il debitore del lavoratore autonomo non pagherà l'intero ammontare fatturato, ma la differenza al netto della ritenuta.

Versamento della ritenuta d'acconto
Il versamento all'erario della ritenuta deve essere effettuato tramite il modello F24 con i termini previsti per la liquidazione delle altre imposte, ovvero generalmente entro il giorno 16 del mese successivo al pagamento (se il 16 cade di sabato o domenica, la scadenza è prorogata al primo giorno lavorativo successivo), compilando la "sezione erario", e indicando normalmente il codice tributo 1040 (fino al 31/12/2016 cod. 1038 per le fatture di provvigioni), il mese e l'anno per cui è stato pagato il compenso dovuto - Es. fattura pagata in ottobre: si verserà la ritenuta d'acconto entro il 16 novembre con cod. tributo 1040, mese 10, anno 20xx e l'importo.

Certificazione ritenute d'acconto
Entro il 28 febbraio di ogni anno successivo è obbligatorio inviare una certificazione indicante l'avvenuto pagamento dei compensi e la trattenuta effettuata, sottoscritta e appositamente firmata, a ogni lavoratore autonomo al quale si sono effettuati pagamenti l'anno precedente.

Modello 770
Le certificazioni dei pagamenti effettuati ai lavoratori autonomi devono essere allegate al modello 770 dei sostituti di imposta. Gli estremi di queste certificazioni devono essere indicati nel modello 770 Semplificato all'interno del quadro "Comunicazione dati lavoro autonomo". Gli estremi dei versamenti effettuati a mezzo modello F24 devono essere indicati all'interno del quadro ST, sia nel caso si sia optato per il modello 770 Semplificato, che nel caso si sia utilizzato il 770 Ordinario.

Software Fatturazione Professionisti


Prova gratuitamente Fatturazione Professionisti Online per 30 giorni.

Potrai scoprire quanto è semplice, veloce, sicuro e conveniente gestire le tue Fatture con il nostro Software Online.

Fattura Professionisti è un software dedicato per Liberi Professionisti, Aziende, PMI e Soggetti a Partita Iva.

Prova Gratis per 30 giorni


Ragione Sociale / Nominativo:


Partita IVA / Codice Fiscale:


Indirizzo - Cap - Citta - PR:


eMail:


Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy ai sensi dell'Art. 13 D.lgs. 196/2003, di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali per le finalità ivi indicate.

Torna SU